Quantcast

Atletica giovanile: festa ma anche competizione al campo scuola di Catanzaro

Sulla pista intitolata a Pietro Mennea gare promozionali riservate agli under 15. Era da diverso tempo che l'impianto non ne ospitava. Un centinaio di iscritti anche da fuori provincia

Più informazioni su

    Per una volta parlare di festa dello sport è riduttivo. Sì, perché al di là dell’atmosfera ludica che si percepisce sempre quando si organizza una qualunque iniziativa che coinvolga i più piccoli allo storico campo scuola di Catanzaro, la novità stavolta che merita di essere sottolineata è un’altra: il cronometro, la competizione. 

    Era da tempo che sulla pista intitolata da qualche anno al grande Pietro Mennea non si disputavano gare, nemmeno giovanili, nemmeno promozionali, sotto l’egida Fidal.

    Ieri è successo e nonostante le condizioni meteo non perfette – ventaccio sostenuto e pioggia di tanto in tanto – nonostante una pista in chiaro stato di abbandono, la partecipazione è stata discreta e almeno al livello regionale, qualificata.

    Sono stati un centinaio i bambini e ragazzi dai 6 a 15 anni che si sono misurati in varie specialità di corsa, da 30 metri piani (per i più piccini)sino a 1000 per i 14enni ma anche nei concorsi del salto in lungo e del lancio del vortex.

    Venivano dalla provincia ma anche da fuori provincia. Insieme a piccoli atleti di Fiamma, Zarapoti, Libertas Lamezia, Avis Curinga, Csg anche una rappresentanza dell’Asd Krotoniate e soprattutto un nutrito gruppo della Corricastrovillari, che si è contraddistinto per numero di partecipanti iscritti ma anche per qualità delle performance. 

    E allora accenniamo un attimo a queste performance proprio perché, come si diceva all’inizio, al campo scuola stavolta è stata competizione seppur promozionale. 

    Generico giugno 2022

    Tra i risultati  rilevanti quelli di Matteo Mendicino della Libertas Lamezia sui 1000 metri cadetti, di Tommaso Gabriele della Corri Castrovillari sui 1000 metri ragazzi, del compagno di squadra Gaetano Maria Beltrano sui 600 esordienti (foto in alto) di  Alessia Megna della Fiamma Catanzaro sugli 80 cadetti Catanzaro, di Matilde Aversa della stessa squadra e fascia di età sui 1000 giusto per segnalarne alcuni.

    A bordo pista, oltre alla presenza del gruppo giudici di gara Gruppo Giudici gara capitanato da Annarita Pavone va segnalata anche quella di vari dirigenti Fidal, operativi e attivi per permettere il regolare svolgimento. 

    Dal presidente regionale Vincenzo Caira, ai consiglieri Fidal Santo Mineo e Antonio Cardamone, da Mario Veraldi Delegato provinciale Fidal Catanzaro e Bruno Spina Responsabile  Attività Scolastiche a Gianfranco Milanese Referente corsa su strada e montagna e Francesco Benefico, Fiduciario tecnico provinciale di Catanzaro nonché Piero Mirabelli nelle vesti di vice presidente onorario della Fidal Calabria.

    Da alcuni di loro più di una parola di amarezza per le condizioni degli impianti della città, già sottolineata lo scorso aprile nel corso della Festa dell’Atletica in Cittadella regionale: tre piste nel territorio catanzarese (oltre al Mennea il Poligiovino e il Verdoliva) ma nessuna omologata per ospitare meeting ufficiali. 

    L’auspicio da parte di tutti è che si possa instaurare un rapporto profiicuo con la nuova amministrazione comunale in procinto di essere eletta per programmare secondo ovviamente le competenze, interventi necessari a rendere fruibili ai praticanti piste e pedane.

    Più informazioni su