Esordio di campionato. Auteri ospita Lerda

Il tecnico degli squali: “sarà esordio complesso”. Auteri: “mi aspetto un Crotone di qualità”.

Più informazioni su

    Conferenza stampa d’esordio per Lerda che questa mattina ha parlato della prima gara di campionato che il Crotone giocherà domani sera a Messina. Un esordio complesso soprattutto perché a causa della mancanza di filmati il tecnico degli squali non ha potuto visionare nulla per poter conoscere meglio gli avversari della prima giornata.
    Non è però un mistero il tipo di gioco di Auteri ed il tipo di giocatori che ha il Messina. Una squadra capace di verticalizzare e cercare la profondità, contro cui non è consentito abbassare la guardia.
    Sono 25 i convocati da mister Lerda (link), ma la scelta di chi scenderà in campo sarà fatta in base a quanto tempo i singoli sono rimasti a disposizione dello stesso Lerda. Gli ultimi arrivi, ancora non al massimo della condizione e verranno valutati in settimana.

    È una prima partita e come tutte le partite di esordio sono complesse, tante saranno le incognite. Noi quello che dovevamo fare l’abbiamo fatto e arriviamo bene alla gara. Bisognerà correre tanto e correre bene.

    Il tecnico poi si è soffermato su quelle che saranno in generale le difficoltà di tutto il torneo, spiegando che non saranno solo le 6/7 squadre blasonate come Avellino, Catanzaro, Pescara ed altre, a rappresentare gli avversari da battere ma anche squadre del calibro di Francavilla e Monopoli, come tante altre, rappresentano una vera incognita per questa stagione.

    Aspettiamo tre quattro partite per vedere anche gli avversari. Il coefficiente di difficolta non dipende solo da te, ma anche dagli altri.

    MESSINA

    Auteri non si è particolarmente sbilanciato parlando del match, ma sa benissimo che l’impatto dei tifosi sarà importantissimo.
    Sono contento del lavoro fatto, sia coi giovani e dei veterani, su ritmi e intensità. Poi so perfettamente che l’impatto emotivo sul campionato dovrà essere gestito. Sarà molto importante per questo quindi l’apporto dei tifosi”.
    Il tecnico dei biancoscudati ha poi spiegato che si aspetterà un Crotone di qualità e che ci vorrà l’impegno di tutti per affrontare la sfida. Sottolineando la voglia di non voler passare la partita a subire gli attacchi avversari.
    In allenamento ho ottime sensazioni, le amichevoli anche con squadre di pari livello contano poco. Aspettiamo il riscontro del campo, in questi giorni abbiamo messo tanta intensità. Io non mi sento sotto esame, ci si abitua a fare tanti esordi. L’allenatore deve essere razionale e sostenere un gruppo di giovani. Nel calcio vince chi afferma la propria personalità e io sono tranquillo”.

    Più informazioni su